Eppela, la piattaforma italiana di crowdfunding reward-based

Eppela è una piattaforma italiana di crowdfunding reward-based e generalista, il nome deriva dal toscano “Oppela” che significa “farcela”.

Su Eppela è possibile, con l’aiuto di un campaign manager, avviare una campagna di crowdfunding al fine di ottenere un cofinanziamento di gruppo per realizzare il proprio progetto.

Si tratta di una raccolta fondi online attraverso singole donazioni in cambio di omaggi chiamati ricompense.

 

Come funziona Eppela

Lanciare un progetto su Eppela è semplice e gratuito, una volta approvata e convalidata la proposta, si viene seguiti da advisor dedicati che forniscono consigli e dritte utili a realizzare una campagna di successo.

L’obiettivo economico viene fissato all’inizio della campagna e non può essere più modificato, le campagne solitamente hanno una durata tra i 15 e i 40 giorni.

Esistono due tipi di campagne, le “tutto o niente” e le “prendi tutto”, le prime richiedono necessariamente il raggiungimento della cifra traguardo nel tempo prestabilito, altrimenti le donazioni raccolte vengono riaccreditate sulle carte dei sostenitori. Nel secondo caso invece, riservato solitamente a progetti di carattere umanitario e sociale, il progettista riceve la cifra raccolta anche se il traguardo non viene raggiunto.

Perché un’ idea sia approvata dal team di Eppela è necessario che il progetto sia chiaro e ben definito nei minimi dettagli, questo perché i sostenitori devono avere un’idea chiara del prodotto che stanno andato a finanziare.

Nel caso di campagne per la realizzazione di un prodotto (libro, videogioco, gadget) può essere il prodotto stesso la ricompensa che riceveranno i sostenitori una volta ultimati i lavori, nel caso invece di campagne per finanziare festivale,fiere, mostre, la ricompensa potrebbe essere il biglietto di ingresso o un tour guidato.

E’ assolutamente vietato creare la stessa campagna anche su altre piattaforme.

Eppela ha dato vita a iniziative di cofinanziamento in collaborazione con grandi aziende italiane per premiare la creatività e l’innovazione. Nello specifico, le aziende mentor hanno deciso di sposare il crowdfunding selezionando progetti, attraverso specifiche call, e cofinanziandoli una volta che avranno raggiunto almeno il 50% del budget richiesto

Eppela in collaborazione con grandi aziende ha creato iniziative di cofinanziamento per premiare creatività e innovazione. I progetti ritenuti validi, che riescono a raggiungere almeno il 50% della somma richiesta, vengono cofinanziati da “mentor” che possono essere banche, grandi aziende, che hanno visto nel crowdfunding la possibilità di avvicinarsi a piccole startup per proiettarle nel mondo del mercato.

Oltre all’aiuto economico, il finanziamento da parte di realtà importanti aumenta l’autorevolezza del progetto e da maggiore sicurezza ai possibili donatori.

 

Creare un progetto su Eppela

Ogni progetto che si rispetti deve avere i seguenti elementi:

  • Titolo: diretto, chiaro, facile da comprendere e ricordare
  • Descrizione breve: sono solo 140 caratteri dopo il titolo, devono definire l’obiettivo in caso di successo della campagna
  • Descrizione: contiene le informazioni più importanti, i dettagli del progetto senza esagerare con dettagli troppo tecnici, deve essere scritta con un registro diretto e coinvolgente, che faccia sentire il possibile sostenitore vicino al progetto.
  • Traguardo: è l’obiettivo economico che si vuole raggiungere, si può raccogliere di più ma non di meno, non può essere modificato una volta partita la campagna
  • Scadenza: la durata deve essere compresa tra 15  40 giorni
  • Ricompense: variano a seconda del tipo di progetto, possono essere gadget, biglietti di partecipazione, citazioni sul sito web
  • Locandina: è il primo elemento visivo di impatto, in formato orizzontale, è il biglietto da visita del progetto
  • Video: è l’elemento di comunicazione più importante, serve per acquisire fiducia e per far capire realmente il progetto, molte volte le persone preferiscono guardare il video che leggere la descrizione
  • Biografia: ogni progettista deve farsi conoscere, deve raccontare i propri percorsi formativi ed esperienze, questo serve per trasmettere fiducia nei sostenitori

 

Fare una donazione su Eppela, i metodi di pagamento

Chiunque può diventare sostenitore di un progetto su Eppela previa registrazione alla piattaforma.

L’unico metodo di pagamento accettato è Stripe, di conseguenza è necessario disporre di una carta di credito o prepagata del circuito Visa, Mastarcard o American Express.

E’ anche possibile effettuare un bonifico ma la pratica richiede più tempo.

Non è possibile fare un pagamento con Paypal.

L’importo viene trattenuto e congelato su un fondo dedicato fino al termine della campagna, in caso di non raggiungimento dell’obiettivo, le singole donazioni vengono riaccreditate sulle carte dei donatori.

La gestione fiscale dei fondi raccolti spetta al singolo progettista, non essendo in Italia ancora vigente una normativa specifica sul crowdfunding reward-based, la soluzione più opportuna è rivolgersi al proprio commercialista per una corretta gestione dei fondi e delle fatture da emettere.

 

I costi di Eppela

Nel caso in cui la campagna si concludi con successo, le commissioni di Eppela sono pari al 5% della somma raccolta.

A questa commissione vanno aggiunti i costi determinati dal metodo di pagamento, Stripe trattiene 1.2 % + 0.15 € per ogni pagamento effettuato con carte di credito Visa® o Mastercard®  e 2.7 % + 0.25 € per ogni pagamento effettuato con American Express® e carte extra europee.

Il bonifico ha una commissione di 0,90€.