Produzioni dal Basso

Si chiama Produzioni dal Basso la più famosa piattaforma italiana di Crowdfunding, nata dall’idea del suo CEO Angelo Rindone.

Il progetto è considerato il precursore del crowdfunding in Italia, Produzioni dal Basso è nata anticipando l’idea di finanziamento di progetti e opere in ambito musicale, culturale e non solo.

Produzioni dal Basso: caratteristiche

Produzioni dal Basso, abbreviato con la sigla PDB, è una piattaforma di donation e reward crowdfunding nata prima di Kickstarter e altri competitor più noti sviluppati sul territorio europeo.

La storia di Produzioni dal Basso

La piattaforma di Produzioni dal Basso nasce nel 2004 con l’obiettivo di offrire a tutti, in primis artisti, la possibilità di presentare il proprio progetto al pubblico in cerca di un finanziamento per la realizzazione di questo.

Una piattaforma per tutti, è questa la caratteristica principale di PDB, che fin dall’inizio ha deciso di puntare su una politica di “no filtri”, in questo modo tutti avevano la possibilità di organizzare la propria campagna di raccolta fondi, indipendentemente dal numero di follower sui social (ai tempi ancora poco diffusi), dalla qualità del video di presentazione o dalle possibilità di successo del progetto. Il seguito o la notorietà del progetto non sempre garantisce necessariamente la riuscita della raccolta.

I progetti principalmente sviluppati sono in ambito musicale, culturale e cinematografico, tuttavia PDB si considera una piattaforma di crowdfunding generalista in quanto nella politica “no filtri” rientra anche la possibilità di promozione di qualsiasi genere di progetto.

La svolta per la piattaforma arriva nel biennio 2010/2011, la crescita è notevole, aumenta il numero di progetti e di conseguenza di finanziatori ma soprattutto aumenta la % di successo delle campagne che sale dal 5% al 20% portando dietro di sé un aumento della notorietà del brand. Tra i vari progetti anche quello di una casa editrice che si affida alla piattaforma italiana per la realizzazione di una collezione di saggi.

Nel 2017 PDB ha registrato un picco importante raccogliendo 1 milione e 976922 euro, con una crescita del 55,68% rispetto all’anno precedente, i numeri sono stati elaborati da Starteed e presentati durante la quinta edizione di Sharitaly a testimonianza della continua crescita del crowdfunding in italia.

Ora, stando ai numeri presenti sul sito, Produzioni dal Basso conta oltre 170.000 utenti e quasi 7.000.000€ raccolti.

Come sviluppare un progetto su PDB

PDB offre a tutti la possibilità di sviluppare una campagna di crowdfunding, sebbene questo comporti numerosi rischi di insuccesso.

Progettare una campagna di crowdfunding vuol dire presentare al pubblico il proprio progetto, la propria idea innovativa o la propria Startup, si tratta di uno step di fondamentale importanza poiché è la prima impressione quella che conta e che ha l’obiettivo di convincere l’utente a finanziarci.

Leggi la GUIDA COMPLETA: “Come creare un progetto di Crowdfunding su Produzioni dal Basso”

Durante la fase di donazione è richiesto tra le varie informazioni anche il vostro indirizzo se si tratta di un pre-ordine di qualcosa che vi deve essere spedito.

Modalità di Campagna Crowdfunding

Prima ancora di caricare un progetto bisogna scegliere la tipologia di crowdfunding tra:

  • Raccogli Tutto: è la modalità preferita per campagne di Reward crowdfunding, ovvero con una ricompensa finale. È necessario impostare una cifra obiettivo e la durata della campagna (massimo 365 giorni), al termine della quale si avrà a disposizione la cifra raccolta qualunque essa sia, anche se inferiore all’obiettivo prefissato. Questa modalità accetta qualsiasi tipo di pagamento (bonifico, Paypal, carte) e ha un costo fisso del 5% da aggiungere ad eventuali commissioni previste dal metodo di pagamento scelto;
  • Donazione Semplice: ideale per progetti di crowdfunding sociale o di personal fundraising, questa tipologia è stata recentemente introdotta anche da Facebook in occasione del proprio compleanno. Non bisogna inserire una cifra obiettivo e nemmeno delle ricompense prefissate poiché, in quanto donazione, ognuno è libero di “donare” la cifra desiderata. I metodi di pagamento accettati sono il bonifico, Paypal e carte e il servizio ha un costo del 3% da sommare ai costi previsti dal metodo di pagamento;
  • Donazione Ricorrente: si tratta di una modalità creata per quei progetti che necessitano di una donazione continua nel tempo, ragione per cui non è richiesta una data di scadenza. Dopo la prima ricompensa, il donatore finanzia il progetto ogni 30 giorni per 12 mesi attraverso una forma di pagamento automatica impostata su Paypal. Il servizio ha un costo del 3% oltre alle commissioni di Paypal. Anche con questa modalità, Produzioni dal Basso ha fatto parlare di sé, proponendo per prima in Italia un modello ampiamente sviluppato e promosso in America, che ha lo scopo di finanziare progetti editoriali, garantendo ad un autore un finanziamento continuo durante la realizzazione di un’opera o più;
  • Tutto o Niente: il concetto è abbastanza chiaro, o si raggiunge la cifra obiettivo oppure non si prende nulla. Questa modalità è ideale per quei progetti che richiedono una certa somma di denaro per la realizzazione. Il pagamento può essere effettuato solamente con Paypal. Il servizio ha un costo del 5% oltre alle commissioni di Paypal.

 

Decidere di sostenere un progetto di crowdfunding vuol dire entrare a far parte di un gruppo di finanziamento, di una comunità economica innovativa, che ha a cuore un progetto e la crescita di questo, che lo vede nascere e svilupparsi  dal basso. Per richiedere una ricevuta del pagamento è necessario contattare il progettista, il quale, in caso di campagna di Donation Crowdfunding non è costretto a rilasciare nulla, trattandosi appunto di una donazione.

Una volta creato e caricato il progetto di Crowdfunding su Produzioni dal Basso, è importante monitorarne l’andamento, sulla piattaforma sono presenti dei tool offerti ai progettisti attraverso i quali è possibile accedere a statistiche e metriche importanti per valutare le performance della campagna, ad esempio il numero di visitatori della pagina del progetto, la durata media della visita, l’origine della visita grazie alla quale è possibile capire  l’efficienza dei metodi di sponsorizzazione utilizzati.

Costi del servizio

Su PDB è possibile versare somme di denaro attraverso diverse forme di pagamento a seconda della modalità di crowdfunding selezionata, tuttavia per versamenti superiori ai 1000 euro (2500 annuali) è richiesta la verifica con Lemonway, partner economico della piattaforma con i seguenti costi:

  • Bonifico: 0,6% + €0,15 su ogni transazione
  • Carta di credito: 0,8% + €0,15 su ogni transazione 

Anche Paypal, a seconda del volume di denaro movimentato, può introdurre delle procedure di verifica obbligatorie al fine di garantire la correttezza dei versamenti.

Ai costi del servizio bisogna infine aggiungere i costi della modalità di crowdfunding scelta per la propria raccolta, 5% per “raccogli tutto” e “tutto o niente”, 3% per “donazione semplice” o “donazione ricorrente”.

Pro e Contro di Produzioni dal Basso

VANTAGGI

  • Possibilità per chiunque di realizzazione di una campagna;
  • Semplicità di utilizzo;
  • Tool gratuiti di monitoraggio e analisi;
  • Sicurezza e Autorevolezza della piattaforma sul territorio italiano;
  • Continua crescita del sito e un notevole bacino d’utenza;
  • Assistenza Live;
  • Disponibilità immediata;
  • Commissioni basse.

SVANTAGGI

  • Il pregio di essere aperto a tutti non garantisce il raggiungimento dell’obiettivo;
  • Ideale perlopiù per progetti in ambito culturale e artistico.